Altre pagine

24 agosto 2015

L'Alba dei farabutti sul serio: non è stato un cavolo di sogno. Ma io sono innocente?

3 commenti:
Mi sono svegliata di soprassalto, nel cuore della notte, con l'affanno, dominata da una sensazione sgradevole e le giunture del corpo doloranti. Era come se avessi fatto uno sforzo abnorme, tipo trascinare una carriola stracolma di terriccio umido lungo una salita.
Non riuscivo a ricordare l'incubo che mi aveva svegliata così male.
Perché doveva essere stato per forza un incubo, di quelli massici.

21 agosto 2015

La Sam

3 commenti:

Samantha si dà un'ultima occhiata allo specchio. Ha indossato il vestito mini, quello con lo spacco giropassera e gli inserti in oro. Ai piedi sandali alla schiava con tacchi altissimi. Anche quelli dorati. Avvicina la faccia allo specchio fa una smorfia lenta: niente residui di rossetto sui denti. Poi controlla i tatuaggi. La luna sulla spalla, il cuore col nome della figlia sulla tetta, il tribale maori intorno al bicipite. Tutto a posto. Guarda l'orologio per l'ennesima volta, gli ospiti stanno per arrivare.

17 agosto 2015

In libreria (ogni tanto dalla parte del cliente): commessi negati #2

Nessun commento:
Vado in libreria a comprare una copia di American Psycho, mi è venuta voglia di rileggerlo dopo tanti anni.
Prima di avviarmi all'uscita mi fermo a spulciare la sezione dell'usato, come faccio sempre. E in alto, in bella vista, La vita sessuale delle gemelle siamesi a metà prezzo. È in ottimo stato, non sembra nemmeno di seconda mano.

08 agosto 2015

Nuove frontiere degli autori "indie" che si montano la testa: l'auto-intervista

2 commenti:


Oggi incontriamo Gattasorniona. Buongiorno Gatta.
Buongiorno caro intervistatore fantasma, è sempre un piacere incontrarti.

Hai scritto un libro sul precariato. Il tema è abusatissimo non ti sembra un po' stantio?
Sì, in effetti lo è. Tuttavia quando si parla di precariato e di problematiche sul lavoro, l'approccio è sempre dalla parte del lavoratore sfruttato, dei governi che erodono i diritti dei cittadini, degli imprenditori vessati e disposti a tutto - sfruttamenteo compreso - pur di risparmiare sulle spese.
Ne L'alba dei Farabutti ho cercato di raccontare un altro aspetto della questione di cui secondo me si parla poco: gli imprenditori incapaci. Quelli che proprio non è il caso che... Infatti LADF è la storia di un sedicente imprenditore, ma che in realtà non lo è. Gli mancano i numeri minimi per esserlo, anche se lui è convinto del contrario e di essere la versione sfortunata (perché italiana) di Steve Jobs. Quindi no, non si tratta del il classico racconto sul precariato.

Hai provato a inviarlo a qualche casa editrice?

07 agosto 2015

06 agosto 2015

Alla Posta (Episodio 2)

2 commenti:
Stamani mi trovavo in un ufficio postale pieno di gente. Età media 70 anni abbondanti. A un certo punto un'impiegata esce fuori dalla stanza per salutare un amico che si trovava nella fila. Iniziano a chiacchierare a voce alta del più e il meno. Poi il discorso vira sulle mega pensioni di certi ex politici e amministratori vari che, insomma, andrebbero abolite, anche solo per dare l'esempio, vista la crisi, i sacrifici immani a cui vegono sottoposti gli italiani tutti i giorni, ecc.

05 agosto 2015

Letture: La vita sessuale delle gemelle siamesi

2 commenti:
Finalmente un romanzo coi fiocchi. Come tutti i libri di Irvine Welsh anche La vita sessuale delle gemelle siamesi (Guanda, 2014) è una grande dichiarazione d'amore alla vita, soprattutto gli aspetti più cinici e perversi.
Trama:

04 agosto 2015

Firenze Sud: il devasto profumato

Nessun commento:
Alcune foto a testimonianza personale del tifone (tempesta? uragano? iradiddio?) che ha colpito Firenze Sud il 2 agosto 2015.

Anche se da tanti anni non vivo più in questa zona, ci vengo tutti i giorni o quasi: la mia famiglia più la maggior parte degli amici più cari, abitano ancora in queste strade oggi strapazzate da vento e pioggia.

17 luglio 2015

Sto svalvolando: ormai mi dà sollievo soltanto guardare compulsivamente foto di ghiacciai

Nessun commento:

Come amava ripetere, fino a scartavetrare il sistema nervoso, un mio antico collega cocainomane:
"non c'è trippa per gatti, non c'è trippa per gatti, non c'è trippa per gatti, non c'è trippa per gatti, non c'è trippa per gatti, non c'è trippa per gatti, non c'è trippa per gatti, non c'è trippa per gatti, non c'è trippa per gatti, non c'è trippa per gatti, non c'è trippa per gatti, non c'è trippa per gatti, non c'è trippa per gatti, non c'è trippa per gatti, non c'è trippa per gatti, non c'è trippa per gatti, non c'è trippa per gatti, non c'è trippa per gatti, non c'è trippa per gatti, non c'è trippa per gatti, non c'è trippa per gatti, non c'è trippa per gatti, non c'è trippa per gatti..."

11 luglio 2015

Furry Days (2/2)

Nessun commento:



<<< Prima parte



Joan, aprì il cancelletto proteggi-bambini che delimitava la zona della cucina ed entrò. I cani le corsero incontro scodinzolando. Schivò due bioccoli di merda sul parquet di ciliegio e preparò il caffè.

«Tom! Sveglia, a momenti sarà qui produzione!» disse Joan senza voglia.

08 luglio 2015

Furry Days (1/2)

Nessun commento:


Joan aspirò il fumo della sigaretta mentre spingeva decisa sull'acceleratore.

La Lexus superaccessoriata si proiettò in avanti schiacciandola contro il sedile in ecopelle color crema. Tutta potenza, niente emozione.

«Maledetti motori silenziosi, li odio» disse a voce alta anche se era sola.

A volte rimpiangeva lo sferragliare del suo vecchio cassonato. Ma quella era un'altra vita, che adesso non esisteva più. Un colpo di tosse catarroso la fece sussultare.

06 luglio 2015

Prova di esistenza in vita dall'abisso dei 44° percepiti #diario

2 commenti:
Sono poco lucida.
Naturalmente è colpa di queste temperature infernali e di questa umidità fuori controllo.
Sento caldo solo a guardare il giallo del blog.
Forse dovrei cambiare il template in uno grigio-ghiaccio finché la canicola finirà.
Ma sono a casa, se dio vuole.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...