Il deserto dei tartari sotto casa

Mi aggiro di notte nel mio appartamento, scalza e in mutande a vita alta, come piacciono a me. Solo un giro di controllo prima di rimettermi a dormire. Il condominio sembra un altro, non ci sono i rumori di sempre.

Non so in quanti sono rimasti a casa, però sono sicura che almeno quelli di sopra siano approdati in altri lidi: son diversi giorni che non sento cadaveri spostati ad ore improbabili e le consuete gare di biglie di acciaio lungo il corridoio.


Anche i piccioni sembrano essere volati in vacanza. Non si accampano più sul balcone in pianta stabile. Ogni tanto ne passa uno, si fema sulla balaustra, caga sulle piastrelle e poi in colpo d'ali e via, verso condomini più azzurri e terrazze-cagatoio più verdi.

Stanotte pernsavo che la città è proprio bella d'agosto. C'è una calma surreale a cui ti abitui subito e sono giramenti di scatole quando riprende l'ambaradam settembrino.

Poi però due si sono messi a litigare in strada, incuranti dell'ora e del silenzio. Uno rimproverava l'altro di non aver capito nulla della vita, che avrebbe dovuto dargli retta perché lui sapeva quel che diceva. L'altro tizio rispondeva bestemmiando la Santissima Trinità a rotazione:

- Dammi retta, io lo so come vanno queste cose...
- Porco $%£&!
- Da' retta a un bischero che n'ha viste tante...
- Dio &£$%$!
- Perché te lo dico io, di me tu ti devi fidare...
- Gesù &£$%$!
- Teee, te tu devi fa' così. E te lo dico io!
- Madonna &£$%$!
...

Mi sono affacciata per guardarli, ero troppo curiosa, certe vette di demenza sono rare nonostante di solito si pensi il contrario. Entrambi erano omini di mezza età vestiti da cacciatori. Ci sarà un significato?

Allora sono tornata a dormire perché, novità fantasmagorica di questa estate 2014: l'insonnia è sparita. Dormo tutte le notti, forse anche grazie alle temperature più accettabili rispetto al solito forno crematorio di camera mia.
E questo mi fa riflettere su quante volte mi è stato detto che la mia era insonnia da stress con un piede nella depressione, quando probabilmente ero solo stanca e bisognosa di un clima più fresco e riposante.

Commenti

  1. casa tua di solito è + tranquilla che da atanti altri posti, anche l'inverno......... _MAU__

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, per fortuna è vero, tuttavia in estate lo è ancor di più.

      Elimina
  2. A quell'ora in genere passo io in auto dopo il bowling a Mezzana. Sono quello che buca sempre il rosso al semaforo della piazza, che non vedo mai perché strategicamente montato sulle lune di Giove, in barba alla visibilità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah, ho capito! sei anche quello con la marmitta che non passa inosservata (o inascoltata)... ho capito perfettamente! :-)

      Elimina
    2. Nooo sono un guidatore civile io -_-

      Elimina

Posta un commento

Ciao, lascia un commento, se ti va!