Il prosumer




Si alzò di scatto e andò alla finestra.

Guardò fuori per un istante e poi si girò.


«Tutto comincia qui» disse roteando gli indici in aria. «Mi segua. Abbiamo una tradizione di secoli da sfruttare, da Cristoforo Colombo... Il Made in Italy è il nostro petrolio, è le nostre miniere d'oro, è la nostra più grande ricchezza. Eppure viene così poco sfruttato. Capisce? Sto mettendo sul piatto la qualità eccelsa... sì non ci sono altre parole: eccelsa... del nostro terziario. Un campo in cui non abbiamo rivali. È un brand che ha un valore immenso e che va sfruttato, ed è tutta roba nostra» disse tutto d'un fiato, appoggiandosi entrambe le mani sul cuore.

Tornò a sedersi, controllò ancora l'iPhone e continuò:

«Un brand che vale, ok; ma non solo. Mi segua: non solo vale, ma è anche portatore di valori. Ok? Noi dobbiamo promuovere il Made in Italy perché significa anche promuovere i nostri valori più importanti: il nostro territorio, il rispetto delle professionalità, della nostra migliore tradizione artigiana. Stiamo parlando anche di giustizia sociale, capisce? Chi lavora, chi immette nel mercato tanta qualità che fa bene a tutti, deve avere il giusto riconoscimento, ok? E infine i clienti. Basta prenderli in giro. Il cliente soddisfatto è il maggior veicolo di marketing, lo sa? Oggi il cliente non è più soltanto un consumatore: è anche un prosumer.»

«Mi scusi, un che?»





Brano tratto da L'Alba dei Farabutti. Di cosa parla? Provo a spiegarlo in tre righe. È ambientato in una "web agency" molto scalcinata e molto borderline, e racconta la vita lavorativa di un gruppo di professionisti del settore. La voce narrante fa la SEO e copy, per esempio. Il vero protagonista però è il titolare dell'agenzia, un imprenditore della contemporaneità che è riuscito a trasformare il suo quotidiano galleggiare nella cacca in una forma d'arte personalissima.
L'Alba dei Farabutti si trova su:




Commenti

  1. la foootoooo??? __M___

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ho trovata su Google: https://www.google.it/search?q=la+sape&source=lnms&tbm=isch&sa=X&ei=NUFwVYKAB4j9ygOb8INI&ved=0CAcQ_AUoAQ&biw=1246&bih=702 però, ora che ci penso, credo che l'argomento meriti un post a parte! :-)

      Elimina

Posta un commento

Ciao, lascia un commento, se ti va!

Post popolari in questo blog

Tentativo di truffa porta a porta: Bartolini & co. per conto di Eni

Il mistero di Google +

Recruiting & Call Center